L'opera

"Il ritrovo di Angeli" è un murales di fantasia sul presente/futuro: difatti si è deciso di affidare la tematica ai bimbi della Scuola Primaria di Rivodutri. Con la collaborazione degli insegnanti, i bimbi hanno realizzato una serie di angeli con diverse responsabilità: da quello che proteggeva i galli, le giraffe, i fiori, fino a quelli con "incarichi" più ampi come salvare la Natura o l'Universo. 

La traduzione su muro delle bozze dei bimbi costringeva ad una serie di scelte non abituali per i cimiteri: l'esplosione di colori dei bimbi e la semplicità delle figure sono aspetti molto lontani dall'idea di seriosità e discrezione che associamo all'estetica del camposanto. In realtà è abitudine, la stessa che ci porta a ritenere muri grigi e anonimi il modo migliore per accogliere e ospitare i nostri cari. Basta dare un’occhiata alla semplicità di stile dell'arte medioevale, ma soprattutto delle vetrate, per trovare un aiuto fondamentale nella storia dell'arte per mettere da parte l'abitudine e preconcetto stilistica. Ne è risultato un muro vivace, allegro, per certi aspetti ironico. Insomma l'esatto opposto del muro convenzionale di un convenzionale cimitero. (cit dal testo del Collettivo FX)

 

Gli artisti

Collettivo FX è un gruppo di street art che nasce in Emilia nel 2010 e si afferma subito come una delle realtà più interessanti del settore. Operano in tutta Italia e su tutte le superfici, cercando sempre nuove storie da raccontare in modo originale e con il loro stile inconfondibile, un misto di tradizione e modernità. Loro opere sono presenti a Reggio Emilia, Modena, L’Aquila, Matera, Parma, Palermo, Milano, Torino, Bologna e all’estero a Gerusalemme, Ramallah, Mostar, Barcellona, Valencia, Londra, Madrid e molte altre città e luoghi in Italia e nel mondo.

Ultimo aggiornamento

Domenica 23 Febbraio 2020