L'opera

Un tempo gli uomini si stupivano delle cose nuove che vedevano e le rielaboravano con incisioni sulla pietra, con i primi murales. Per i bambini di oggi, come per gli uomini antichi, tutti i giorni è un gran lavoro di apprendimento e rielaborazione personale che porta alla conoscenza. Questo murale s'ispira alle incisioni rupestri che si trovano in Namibia, a Twyfelfontein. Il disegno è pensato come monocromo e mantiene sullo sfondo il colore attualmente esistente. Scrive l’artista: ‘Una zebra, un rinoceronte e una giraffa sono arrivati alla scuola di Piedicolle: sono viaggiatori, proprio come i bambini, che, alle elementari, si avvicinano a cose lontane e a nuove possibilità. Guidati anche dalla fantasia il loro viaggio inizia ogni giorno.'

 

L'artista

Francesca Ascione, classe 1982, italo-inglese, nata e cresciuta a Roma, ha abitato e lavorato anche in Francia. Architetto specializzata nella progettazione dello spazio pubblico, ha vinto numerosi concorsi collaborando con diversi gruppi. Dal 2014 realizza video-interviste da cui trae ritratti. Tra le sue mostre recenti si segnalano: "Icone di donne felici" al Centro Mosaica, Camaiore; ‘#Umbra’, Casa delle Donne di Terni; "I fiori di Valleprata" Galleria Studio7 Arte Contemporanea, Rieti; "Il ritratto della felicità'’, Pietrasanta; "Autoritratto di una famiglia" mostra personale presso il Centro Keana, Parigi. Collabora dal 2015 con video e illustrazioni alla rivista on-line YTALI.IT.

 

L'opera è stata inaugurata il 25 settembre 2016 alla Scuola elementare della frazione Piedicolle.

Ultimo aggiornamento

Venerdi 14 Febbraio 2020